IL DEUS TRINITAS NON È ALLAH

IL DEUS TRINITAS NON È ALLAH

La Chiesa Cattolica insegna che esiste un solo vero Dio immenso, onnisciente, onnipotente ed eterno. Un solo Dio in Tre Persone, Padre, Figliolo e Spirito Santo. Non tre divinità ma un solo Dio; mistero della fede che l’umana ragione non può degnamente indagare e analizzare. La Chiesa confessa la fede nella Santissima Trinità seguendo la divina Rivelazione trasmessa dalla Tradizione apostolica e dalle Sacre Scritture. Queste sono le fonti della Rivelazione che sono poi state fissate nel Catechismo di modo che tutti potessero conoscerle e approfondirle. Per nessun motivo dunque e a nessun titolo un cattolico può aderire alla tesi falsa ed errata per cui non vi è differenza tra il pregare il dio islamico e l’adorare il Dio cristiano. La visione del divino della falsa religione islamica, infatti, è molto diversa da quella della Chiesa Cattolica. Innanzitutto Dio non è Trino ed essi rifiutano, sulla scia del Corano, ogni attribuzione di divinità alla persona di Gesù Cristo riducendola a quella di un semplice profeta. Lo Spirito Santo, che Nostro Signore nel Vangelo promette a tutti coloro che avrebbero creduto in Lui, viene dai maomettani indicato non come la Terza Persona della Santissima Trinità , ma come Maometto stesso, il falso profeta fondatore di questa empia religione che ancora oggi esiste per combattere la fede in Gesù Cristo e che Nostro Signore avrebbe preannunciato come prossimo a venire. La Chiesa ha sempre affermato, sulla scia del Nuovo Testamento, che chi non riconosce la divinità del Figlio di Dio non può avere comunione con Dio Padre onnipotente. “Chi non ha il Figlio non ha neanche il Padre” dice San Giovanni Apostolo. La Chiesa romana ha sempre condannato qualsiasi tipo di raduno di preghiera ecumenico sincretista, anche con parole dure, poiché chi aderiva a questo tipo di raduni, commetteva un atto formale di apostasia dalla vera fede che è uno dei peccati più gravi che si possano commettere in vita tanto che un tempo c’era il dubbio nella Chiesa se questo tipo di peccato potesse essere rimesso in vita oppure se bisognasse lasciare a Dio stesso la decisione e il compito di perdonarlo. Queste sono cose molto serie soprattutto in un periodo come il nostro dove non si sa più cosa e’ giusto e cosa non lo è. Non è la stessa cosa pregare allah o pregare Il Padre Nostro. Non è cattolico questo modo di agire. Non lo è mai stato in diciannove secoli di Chiesa e non potrà mai esserlo. Sulla scia di Papa Agatone (Santo canonizzato) affermiamo che Chiunque propaghi l’eresia e’ eretico e chiunque difenda o tolleri o preghi assieme agli eretici e’ esso stesso un eretico. L’eresia porta fuori dalla comunione con la Chiesa e quindi alla comunione con il vero Dio. Non si tratta di essere rigidi o integralisti, si tratta di dire la verità. Siamo cattolici e vogliamo morire come tali. Noi abbiamo il dovere di informaci e informare e di difendere dall’inganno di questa mentalità ecumenico sincretista che non è altro che un modo ingannevole e diabolico per portarli all’apostasia tutti coloro che hanno sete di verità e della vera dottrina di Gesù Cristo, unico salvatore del mondo.

Text Widget
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit. Vivamus quis neque vel quam fringilla feugiat. Suspendisse potenti. Proin eget ex nibh. Nullam convallis tristique pellentesque.